Dal 1992 tutti i sacerdoti inseriti nell’Istituto Sostentamento Clero hanno la possibilità di usufruire di una assicurazione sanitaria. Di seguito riportiamo il riferimento ai rimborsi previsti.

A) Ricovero
1a)   Reso necessario da malattia o infortunio, sono rimborsate le seguenti spese:
soggiorno infermieristico, utilizzo sala operatoria, esami di laboratorio, esami radiologici, onorari dei medici, spese medicinali e medicazioni, apparecchi protesici e terapeutici applicati durante l’intervento con esclusione delle spese connesse al conforto del degente durante il soggiorno nell’Istituto di cura. La garanzia si estende altresì alle spese di trasporto in ambulanza.
1b) si intende compreso in garanzia il rimborso spese sostenute nei 90 giorni successivi al ricovero e a day-hospital con intervento chirurgico, a condizione che siano strettamente connesse alla patologia che ha causato il ricovero o il day-hospital stesso; le prestazioni dovranno essere prescritte dal medico curante e documentate. Il rimborso verrà corrisposto fino alla concorrenza di un massimale di €. 5.165,00 per anno assicurativo.
1c)   è compreso in garanzia il rimborso spese conseguenti ad analisi ed esami diagnostici sostenute nei 45 giorni precedenti l’intervento chirurgico, anche ambulatoriale, a condizione che siano strettamente connesse e propedeutiche all’intervento chirurgico stesso. 
Le prestazioni dovranno essere prescritte dal medico curante e documentate. Il rimborso verrà corrisposto fino alla concorrenza di un massimale di €. 5.165,00 per anno assicurativo.

B)  Prestazioni extra-ospedaliere
La Società risponde delle spese per prestazioni extra-ospedaliere ambulatoriali o in regime di day-hospital, per:

  • interventi chirurgici;
  • analisi, terapie e trattamenti medici limitatamente a quelli di seguiti elencati:

     ecografia, tac, elettrocardiografia, doppler, diagnostica radiologica, elettroencefalografia, risonanza magnetica nucleare, scintigrafia, cobaltoterapia, chemioterapia, laserterapia, telecuore, dialisi, litotrissia, elettromiografia;

  • indagini endoscopiche;
  • indagini computerizzate limitatamente a quelle di seguito elencate:

         del campo visivo, topografia corneale, tachimetria,, mineralometria ossea.
L’entità del rimborso è pari all’ammontare complessivo delle spese rimborsabili sostenute.

C)  Assistenza a domicilio
La Società risponde delle spese di assistenza personale a domicilio, prescitte da un medico, qualora l’assicurato a seguito di malattia, infortunio o deperimento organico si trovi nell’impossibilità di esperire autonomamente le normali azioni della vita quotidiana.
La Società rimborsa il 100% delle spese sostenute e documentate con il limite massimo giornaliero di

  • €. 33,00 presso il proprio domicilio;
  • €. 21,00 presso la Casa del Clero, Casa di riposo, Casa di accoglienza e di ospitalità in genere.

D)  Assistenza ospedaliera
La Società risponde delle spese di assistenza personale dell’assicurato durante il ricovero ospedaliero presso Istituti di cura a seguito di:

  • ictus cerebrale con paralisi anche parziale;
  • infarto acuto del miocardio;
  • tumore in fase terminale;
  • grandi interventi chirurgici come riportato nell’allegato elenco (si consiglia di consultare nel testo integrale della polizza);
  • stato pre-agonico o di coma da qualsiasi causa determinato.

La Società rimborsa il 100% delle spese sostenute e documentate con il limite massimo giornaliero di €. 52,00 e per un periodo massimo di 60 giorni per ciascun anno assicurativo.

E)  Rimborso spese per acquisto di protesi
La Società risponde delle spese sostenute dall’assicurato per l’acquisto e/o riparazione di apparecchi protesici resi necessari dagli eventi sottodescritti e nei limiti di seguito stabiliti:

  • Protesi articolante sostitutive di arto a condizione che siano prescritte dal medico curante e la cui applicazione si renda necessaria a seguito di amputazione di arto conseguente a malattia od infortunio. Il rimborso viene riconosciuto fino alla concorrenza di €. 4.000,00 per anno assicurativo.
  • Protesi oculari a condizione che siano prescritte dal medico curante successivamente ad interventi chirurgici per cataratta, cheratocono o otticopatia. Il rimborso viene riconosciuto fino alla concorrenza di €. 775,00 per anno assicurativo.
  • Protesi acustiche, a condizione che siano prescritte dal medico curante conseguenti a processi otosclerotici e lesioni traumatiche con soglia percettiva inferiore alla normale distanza di conversazione. Il rimborso viene riconosciuto fino alla concorrenza di €. 2.000,00 per anno assicurativo.
  • Protesi dentarie, a condizione che siano prescritte dal medico curante conseguenti interventi chirurgici non odontoiatrici. Il rimborso sarà pari all’ammontare complessivo delle spese rimborsabili sostenute dall’assicurato.

 

Chi può beneficiare della polizza?

Tutti i sacerdoti inseriti nei sistemi di Sostentamento del Clero o di Previdenza Integrativa, nonché i sacerdoti “fidei donum” che prestano servizio all’estero, usufruiscono della copertura assicurativa offerta dalla Polizza Sanitaria del Clero, stipulata dall’Istituto Centrale Sostentamento con la Società Cattolica di Assicurazione.

  1. ricovero ospedaliero non solo per interventi chirurgici, ma anche per cure mediche;
  2. interventi chirurgici in ambulatorio o in regime di day-hospital;
  3. alcune prestazioni sanitarie specialistiche eseguite anche ambulatorialmente o in regime di day-hospital (quali ecografia, TAC, elettrocardiografia, doppler, diagnostica radiologica, elettroencefalografia, risonanza magnetica nucleare, scintigrafia, cobaltoterapia, chemioterapia, laserterapia, telecuore, dialisi, litotrissia, elettromiografia, indagini endoscopiche, indagini computerizzate: del campo visivo -topografia corneale – pachimetria – mineralometria ossea – litotrissia);
  4. assistenza domiciliare per sacerdoti non autosufficienti: rimborso delle spese di assistenza documentate sino a un massimo di €. 33,00 al giorno;
  5. assistenza ospedaliera da parte di personale non appartenente all’organico dell’istituto di cura, necessaria a seguito di: ictus cerebrale con paralisi anche parziale; infarto acuto del miocardio; tumore in fase terminale; interventi chirurgici demolitivi; stato pre-agonico o di coma da qualsiasi causa determinato: rimborso delle spese sostenute e documentate con un limite massimo di €. 52,00 al giorno e per un periodo massimo di 60 giorni per ciascun sacerdote e per ciascun anno assicurativo;
  6. assistenza a sacerdoti non autosufficienti presso case del clero e case di riposo: rimborso forfetario di €. 21,00 al giorno;
  7. rimborso spese per acquisto di protesi acustiche, compreso il rimborso delle spese di sostituzione o riparazione per usura, guasto o rottura, il massimo dell’importo del rimborso, per anno assicurativo, riconosciuto è di €. 2.000,00.
  8. rimborso spese per acquisto di oculari, successivamente da interventi chirurgici per cataratta, cheratocono o otticopatia, il massimo dell’importo del rimborso, per anno assicurativo, riconosciuto è di €. 775,00.
  9. rimborso spese per acquisto di protesi articolate sostitutive di un arto a seguito di amputazione di arto conseguente a malattia od infortunio, il massimo dell’importo del rimborso, per anno assicurativo, riconosciuto è di €. 4.000,00PER ULTERIORI INFORMAZIONI CI SI PUO’ RIVOLGERE ALL’ISTITUTO INTERDIOCESANO PER IL SOSTENTAMENTO DEL CLERO DELLE DIOCESI DI ROMA E OSTIATel 0669886453 Fax 0669886316 Mail iisc@diocesidiroma.it